Il mondo della traduzione simultanea è una delle realtà più affascinanti dell’interpretariato. Siamo abituati ad osservare incontri politici in tv, meeting o conferenze ove ogni partecipante indossa un auricolare per usufruire in tempo reale della traduzione nella propria madrelingua. Ma quale è lo scenario di una traduzione simultanea senza l’ausilio di strumenti tecnologici? Signori e signore, ecco il chuchotage.

Che cosa è il chuchotage?

Chuchotage è  un termine francese che sta ad indicare il “sussurrare” e, nello specifico, “sussurrare per interpretare”.
Nello chuchotage l’interprete si siede o si trova accanto alla persona a cui deve fornire la traduzione in tempo reale, senza l’ausilio di attrezzature.

L’interprete non si deve semplicemente limitare a fornire una traduzione corretta, professionale e simultanea ma deve essere in grado di modulare la voce, “sussurrare” in maniera chiara, senza sovrastare la conversazione in atto … come fosse un vero e proprio attore!