Ha fatto grande scalpore la notizia riportata da numerosi quotidiani e blog inerente la figuraccia tutta italiana durante la presentazione di EXPO2015: partecipanti internazionali e traduttori, auricolari e programmi assenti. Tutti a casa senza aver capito un granché …

Oltre alle istituzioni c’è un’altra grande realtà che rischia di presentarsi impreparata a questo appuntamento: PMI e mondo aziendale in genere. Prepararsi al confronto con interlocutori e potenziali clienti internazionali significa ripensare il proprio modo di comunicare e ripensarlo nella lingua del ricevente. Significa traduzione commerciale.

In pratica? Brochure, materiale promozionale e sito tradotti correttamente. In questo caso però non si sta parlando di una semplice correttezza grammaticale della traduzione ma di una conoscenza approfondita delle dinamiche e delle norme vigenti nei paesi d’origine degli interlocutori.

 

EXPO è una ghiotta opportunità per ampliare i propri orizzonti, vediamo di non farci trovare senza gli auricolari 😉